Festival del Cortometraggio 2007


CORTI VINCITORI
Miglior film: "Oltre le apparenze" di Giuseppe Tumino.
Motivazione della giuria:
"Il corto interpreta in maniera positiva, con immagini efficaci e accattivanti e nel breve tempo di un minuto e ventisei secondi, lo spirito del tema; gli elementi narrativi utilizzati parlano di una realizzazione della condizione dell’ “essere umano” che avviene attraverso l’esperienza e l’interiorizzazione dell’alterità, diventando questa non un elemento di divisione e discriminazione, ma componente che arricchisce l’uomo e lo rende libero nella continua e sempre rinnovata espressione e manifestazione di sé".


Migliore tecnica cinematografica: "Last Wish" di Alessandro Maresca. Motivazione della giuria:
"Con immagini molto significative l’autore guida lo spettatore ad entrare nella vicenda drammatica di un innocente condannato a morte, che un minuto prima di morire esprime con un soliloquio il suo ultimo desiderio, la voglia di vivere e di dire addio con un sorriso. La tecnica utilizzata , con immagini di ottima fattura, accompagna in modo davvero efficace lo stato d’animo del protagonista. Il tutto in un tempo minimo: solo un minuto, l’ultimo di una vita!"


Riflessioni sul tema: "Obiettivo 2" del terzo circolo didattico di Fermo. Motivazione della giuria: "Il corto elaborato da una classe elementare sviluppa con molta chiarezza l’importanza di assicurare l’istruzione a tutti i bambini e a tutte le bambine del mondo. Alla chiamata all’istruzione ancora troppi bimbi e bimbe del mondo non danno risposta: la vergogna di bambini sfruttati nel lavoro, la tragedia dei bambini soldato, l’ingiustizia dei bimbi senzatetto sono crimini attuali di fronte ai quali nessuno è scusato. Il documento può essere un buono strumento di educazione alla pace e di sensibilizzazione alla tutela dei diritti umani."


FESTIVAL 2007
La quarta edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio "Città di Pergola" si è tenuta a Pergola (PU) dal 27 al 29 settembre 2007 presso il cinema Capitol.
Il Festival è un'avventura su cui Caritas Marche, attraverso il Gruppo Regionale Educazione alla Mondialità, coordinato da Mons. Giuliano Marinelli, ha deciso di scommettere sin dal 2004, anno di nascita della manifestazione.
Caritas Marche figura, dunque, tra i primi organizzatori e sostenitori del Festival, voluto fortemente e organizzato (fino alla terza edizione) dal Circolo Cinematografico "La Tarantola" di Pergola, con la collaborazione di numerose altre realtà locali.
Quest'anno la tre-giorni dedicata al corto è organizzata dal Comune di Pergola e dalla locale Pro Loco che, grazie alla sua consolidata esperienza, è riuscita a dare nuovo slancio a un evento dal programma ricco e stimolante non solo per la città, ma anche per la Valcesano e il pubblico di curiosi e appassionati.
Il Festival si pone l’obiettivo di incentivare, con mezzi legati al mondo della cinematografia, il dialogo sui valori fondanti la società odierna. La manifestazione intende sostenere e promuovere l'opera di sperimentazione e ricerca cinematografica di autori giovani e/o indipendenti. Per questa ragione è prevista l'assegnazione di premi ai registi delle opere che, secondo le giurie, si distinguono.
Quest'anno l'assetto del Festival si è rinnovato, proponendo tre sezioni: Principale (fiction e videoarte), Amatoriale e Caritas.

SEZIONE CARITAS
In una società che pone al primo posto le questioni legate alle dinamiche economico-politiche, di mercato, militari, a suo dire a vantaggio e beneficio dell'essere umano, della sua vita quotidiana, della sua sicurezza, del suo benessere accade sempre più spesso che è proprio l' "essere umano" a venire dimenticato.
Caritas Marche ha pertanto deciso quest'anno di dedicare la propria sezione PACE E DIRITTI UMANI al "Diritto di vivere la propria umanità", con l'intento di promuovere una riflessione sul diritto inalienabile dell'uomo a riscoprire e realizzare la propria condizione naturale e le proprie prerogative per stimolare una presa di coscienza delle tante situazioni in cui tutto ciò all'uomo è negato, proprio dalla società degli uomini.
Nello specifico, prendendo spunto dalla carta internazionale dei diritti fondamentali dell’uomo si intende dare rilievo alle implicazioni, in termini di diritti naturali, che concorrono a una piena realizzazione della condizione umana: difesa della dignità della persona, diritto al libero pensiero, espressione e credo religioso, alla salute e al riposo, diritto alla partecipazione alla vita pubblica, rivendicazione sociale e salariale.

News/Eventi
  17/11/2018
HOME


  20/08/2018
Servizio Civile


  24/08/2017
Primo anniversario del terremoto Centro Italia del 24 agosto 2016


  06/05/2016
Friuli, a quarant'anni dal terremoto


  11/04/2016
I giovani di Calabria e Marche uniti nella reciprocitą


   

Delegazione regionale delle Caritas delle Marche c/o Caritas Macerata
piazza Strambi, 3 - 62100 Macerata (Mc) - Tel. 0733 232795 - Fax 0733 268307 - segreteria@caritasmarche.it

web design Puntomedia - web engineering Solarix